Corso MODA: al Levi la formazione è in linea con le richieste delle aziende

 

 Nuovo protocollo d’intesa tra MIUR e l’ente nazionale delle imprese Sistema Moda Italia per valorizzare la formazione tecnica. L’industria del tessile-abbigliamento-moda è alla ricerca di 47.000 tecnici nei prossimi tre anni.

 L’Istituto Primo Levi propone da otto anni l’indirizzo Sistema Moda per la formazione di Tecnici per il Tessile Abbigliamento, in linea con la crescente richiesta di queste specifiche competenze.

Nelle ultime settimane dell’anno appena concluso l’esigenza di tecnici per il Sistema Moda è emersa grazie alla segnalazione delle imprese, raccolta dagli enti di settore e trasformata in un nuovo accordo con il Miur per  potenziare l’area formativa tecnica e renderla più visibile presso i giovani e le famiglie.

Secondo Sistema Moda Italia, le competenze tecniche risultano le più ricercate dalle aziende, che necessitano di tecnici di tessitura, meccanica, nobilitazione, chimica tessile, disegnatori tessili, prototipisti, modellisti.

 Si tratta in gran parte di figure che corrispondono ai profili formativi proposti dall’Istituto Primo Levi di Seregno, che, come segnala il Dirigente Scolastico, Prof. Gianni Trezzi “ha puntato nella formazione di tecnici della filiera del tessile-abbigliamento capaci di unire creatività e progettualità a competenze tecniche sui materiali e sulle specifiche lavorazioni industriali, oltre ad integrare software professionali, marketing e inglese applicati al tessile-abbigliamento.”

 Come ricordato da IL Sole 24 Ore ”entro il 2020-21 per raggiunti limiti di età uscirà dall’industria della moda circa il 10% degli addetti”, operatori che dovranno essere sostituiti con altrettante risorse, stimate in 47.000 posti di lavoro. Le imprese sono preoccupate di non avere risorse sufficienti da inserire in queste posizioni, mestieri ricchi di progettualità e genialità, qualità che purtroppo erroneamente vengono attribuite solo alla figura dello stilista.

Riporta ancora la prestigiosa testata economica: “il genio non appartiene solo agli stilisti, ma anche a quei tecnici chiamati ad inventare nuovi tessuti ogni sei mesi.”. "I mestieri tecnici della moda non sono di serie B, come troppe famiglie ancora pensano, ma sono i pilastri dell’industria, che danno vita a quello che poi si vede in passerella."

 Tra i punti cardine dell’accordo, il potenziamento delle attività di alternanza scuola-lavoro, da progettare in modo sempre più mirato. Anche in questa attività l’Istituto Primo Levi di Seregno ha anticipato le richieste, mettendo in campo un’azione costante di contatto e collaborazione con le aziende, in particolare nell’area Moda.  

 

https://www.ilsole24ore.com/art/moda/2018-11-23/occupazione-moda-47mila-posti-lavori-super-tech

https://it.fashionnetwork.com/news/Nuova-intesa-SMI-MIUR-su-formazione-e-lavoro-nel-mondo-moda

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.